Here or there? (Quì o lì?)…a Castelnovo ne’ Monti o Castelnovo Monti? In questa realtà o in una parallela?

Nella giornata di lunedì 31/11 abbiamo presentato una interrogazione a risposta scritta per capire quali siano stati i criteri di scelta della società di marketing e comunicazione che si occupa (tra le altre cose) della comunicazione e promozione territoriale per conto del nostro comune, così come se vi siano stati bandi e/o gare per l’assegnazione dell’incarico, se è risultato essere il più conveniente etc., e si intenda in futuro predisporre bandi aperti anche ad altre società locali viste le ingenti cifre di spesa pubblica, oppure se si intenda procedere ancora per assegnazione diretta.

Se il logo aveva lasciato molto perplessi e suscitato non poche polemiche sia per la non originalità grafica sia per gli inglesismi utilizzati e la storpiatura del nome proprio del comune che diventava “Castelnovo Monti”, con il video pubblicato sul sito ufficiale del Comune abbiamo veramente rasentato il ridicolo.

Un prodotto di scarsa qualità dove non ci sono aziende del territorio, persone del territorio e neppure luoghi del territorio se non l’immagine della pietra buttata li nel finale senza alcun nesso di continuità con le riprese precedenti. …i produttori di vino poi sono la ciliegina sulla torta.

Assurdo pensare di promuovere un territorio con un filmato che parla di tutt’altro e che in nessuna misura può dare un’idea di quello che siamo e che possiamo offrire.

La risposta della comunità è stata a dir poco indicativa con sole 306 visualizzazioni dal  26 Ottobre 2016 (giorno di pubblicazione su youtube: https://youtu.be/mZnGUH0Kzng) ed un totale di 0 “mi piace”.

Le premesse per la promozione turistica e commerciale del nostro territorio non sono delle migliori e sicuramente si potrebbe fare di meglio senza il bisogno di affidarsi a costose società di marketing e comunicazione. Basterebbe guardarsi intorno e senza uscire dai confini del comune trovare valide risorse che sicuramente risponderebbero alla chiamata, infatti chi meglio di chi ci è nato, ci vive e ci produce, potrebbe valorizzare e rappresentare il territorio e le sue potenzialità?

Non mancano sicuramente persone competenti e motivate, basti pensare al famoso regista Chicco Salimbeni o ai ragazzi di Appennino in a Day o alle varie società di grafica e comunicazione che da anni accompagnano i nostri valorosi imprenditori locali nel loro difficile lavoro quotidiano.

Sicuramente un filmato con persone del territorio, mestieri del territorio e luoghi del territorio avrebbero reso meglio l’idea della nostra identità e territorialità.

M5S Castelnovo ne’ Monti

Scarica il file PDF dell’interrogazione

Pubblichiamo in versione integrale le dichiarazioni del Sindaco scritte sul profilo FB istituzionale del Comune:

“Il progetto di comunicazione e marketing territoriale che stiamo portando avanti per Castelnovo e per l’Appennino va ben oltre i confini ristretti del paese, quindi respingiamo al mittente le polemiche quasi “da bar” del capogruppo del Movimento 5 Stelle Massimiliano Genitoni”. Così il Sindaco di Castelnovo Monti Enrico Bini risponde alla nota diffusa da Genitoni, che esprime critiche sulle attività e le scelte portate avanti su questi temi dall’Amministrazione comunale.
“Il progetto per migliorare la comunicazione del Comune e legarla ad attività di marketing territoriale che fossero in grado di far conoscere il paese e il territorio appenninico ad un livello più ampio – afferma Bini – è stato uno dei primi che abbiamo messo in campo all’inizio del mandato. Forse a Genitoni era sfuggito. L’incarico all’agenzia reggiana Kaiti expansion è stato affidato in forma diretta, visto che l’importo complessivo non richiedeva un apposito bando, ma la scelta è stata compiuta dopo aver valutato proposte anche di altre realtà del settore, alcune del territorio montano, che però non sono state in grado di proporci un servizio integrato e ampio come quello che ci è stato proposto e poi realizzato da Kaiti expansion. Non mi risulta tra l’altro che altri comuni montani che hanno dato in affidamento servizi di comunicazione lo abbiano fatto tramite appalti, bensì come Castelnovo con la formula dell’affidamento diretto: è pienamente comprensibile che un Sindaco, specie se insediato da poco, affidi in modo fiduciario un ruolo delicato come quello della comunicazione. Va rimarcato poi che dai fondi che investiamo su questo servizio, andrebbero sottratti per una valutazione complessiva i circa 20 mila euro annui che in precedenza il Comune spendeva per la sola attività di Ufficio stampa. Ad oggi la società Kaiti expansion ci fornisce una gamma molto ampia di servizi: tra questi ufficio stampa, rassegna stampa quotidiana, aggiornamento quotidiano della pagina facebook del Comune, realizzazione grafica di locandine, inviti e manifesti, realizzazione complessiva del periodico comunale, il rifacimento completo, gli aggiornamenti, le revisioni grafiche e contenutistiche del sito internet istituzionale oltre ad una consulenza generale sulle attività di comunicazione. La scelta di rivolgerci a questa agenzia, ampiamente referenziata e molto conosciuta a livello regionale e anche oltre, è una scelta di cui ci assumiamo le responsabilità e che, per quello che è il servizio che ci è stato fornito fino ad ora, riteniamo pienamente rispondente alle nostre aspettative”. Conclude Bini: “Voglio tra l’altro informare Genitoni che Kaiti expansion dall’attivazione della collaborazione si è rivolta in più occasioni ad aziende con sede in Appennino per diversi lavori, ad esempio la stampa di materiali o la cessione di spazi pubblicitari. Per quanto riguarda il progetto “HERE Castelnovo Monti”, il logo in sé non ha avuto alcun costo ulteriore rispetto a questi servizi che l’agenzia fornisce al Comune. Per i colori e la simbologia prescelta l’agenzia si è basata anche sul sondaggio online, tenutosi da maggio 2015 a gennaio 2016, tra gli abitanti di Castelnovo Monti. Vengono avanzate critiche sulla mancanza del “ne’” all’interno del nome Castelnovo Monti, ma basta fare una breve ricerca tra quotidiani, riviste o qualsiasi mezzo che citi il nostro territorio per vedere che, per semplicità di memorizzazione e brevità, tutti fanno riferimento al nostro territorio con la formula abbreviata, così come nessuno del resto fa mai riferimento al nostro capoluogo provinciale con la formula “Reggio nell’Emilia”, che sarebbe quella più corretta dal punto di vista toponomastico. L’utilizzo dell’inglese poi si pone fuori da qualsiasi discussione realistica: se si punta a promuovere un territorio in maniera ampia bisogna fare riferimento alla lingua più diffusa e comprensibile a questo scopo. Lo hanno fatto Lione, Amsterdam, luoghi turistici del medio oriente, se vogliamo uscire da confini ristretti non c’è altra scelta possibile. Genitoni, che lavora molto all’estero, dovrebbe saperlo bene. Infine, per quanto riguarda il video, quello prodotto per la presentazione del logo sul sito e sui social media non è uno spot e non ha il senso di voler descrivere le persone e i produttori del territorio: vuole semplicemente trasmettere delle emozioni. Il progetto non ha l’obiettivo di produrre film o documentari, ma di poter dare strumenti di riconducibilità a ciò che il territorio esprime, in forma ampia e non soltanto per Castelnovo, in termini di prodotti, servizi, potenzialità turistiche. Nulla impedisce e anzi è previsto che potranno seguire altri video, magari coinvolgendo i ragazzi di “Appennino in a Day”, progetto di cui l’Amministrazione comunale è partner fin dall’inizio, anche questo aspetto probabilmente sfuggito al capogruppo 5 Stelle. Anche questo video è stato comunque realizzato, lo sottolineo, senza alcun costo aggiuntivo. Genitoni mi sembra coinvolto in polemiche che sanno molto, lo ribadisco, di chiacchiere da bar, e che forse sono anche in parte suggerite per secondi fini: noi crediamo che sia ora di uscire da questa dimensione, e che per farlo si debbano utilizzare strumenti innovativi”.

*********************************************************

AGGIORNAMENTO 03/11/2016

Dopo le assurde “arrampicate sugli specchi” del nostro Sindaco Enrico Bini che è uscito con un comunicato stampa che definiva le osservazioni del M5S “chiacchere da bar” tentando di giustificare l’ingiustificabile apprendiamo ora che il filmato in oggetto è stato rimosso! Ma da quando le amministrazioni lungimiranti e gli esperti di comunicazione e marketing agiscono in funzione delle “chicchere da bar”? In ongi caso il filmato è ancora disponibile al seguente link: HERE CASTELNOVO MONTI

2°AGGIORNAMENTO 03/11/2016

Visto che il video è stato rimosso anche dal link esterno e quindi per il momento non più visionabile pubblichiamo alcuni Screenshot dello stesso per dare la possibilità ai lettori di farsi una propria idea:

here here03 here04 here06