Io c’ero, e tu Consigliere Valentini dov’eri?!

Dato che il nuovo capogruppo della lista di centro/destra e Lega Nord Daniele Valentini mi ha chiamato in causa (Articolo pubblicato oggi su REDACON)  gli rispondo senza tanti giri di parole.

Innanzi tutto caro Consigliere Daniele Valentini dico che dovresti vergognarti per la disonestà intellettuale di questo tuo intervento, premesso ciò procedo rispondendo alla tua domanda “Dove era quando si doveva trattare con le istituzioni, coordinare i comitati e incontrare gli organi politici regionali (Genitoni)”?

Genitoni Massimiliano era sin dal principio ad accompagnare i cittadini e presentare conto delle loro istanze nelle istituzioni ove era  presente (Comune ed Unione dei Comuni) e a farle rappresentare dove avevamo come gruppo politico dai relativi rappresentati (Regione e Comuni della Provincia).

Nello specifico ero fin dall’inizio ad accompagnare il nascente Comitato Salviamo le Cicogne al primo incontro ufficiale con il Sindaco Bini presso la sede dell’Unione dei Comuni, ero a presentare il loro ODG per la salvaguardia del punto nascite in Comune ed Unione dei Comuni, ero a presentare la loro causa presso i comuni della nostra provincia, alla loro proiezione in sala della Croce Verde del docufilm Mani sulla Sanità, a mediare con i nostri consiglieri Regionali Sassi e Sensoli (per ovvi motivi di competenze amministrative), e nel mentre agli incontri presso l’ufficio del Sindaco e a scrivere severe analisi sulle responsabilità del PD nei quotidiani locali.

Qualche volta ho anche prodotto materiale informativo a supporto del Comitato, sempre nel tempo che avevo disponibile alla sera o nei fine settimana visto che lavoro, motivo per il quale in alcune occasioni non ho potuto essere presente ma ovviamente sono stato sostituito da altri del mio gruppo di appartenenza, ero inoltre alla fiaccolata con la mia famiglia, ero davanti al teatro a protestare contro il presidente della Regione ER Bonaccini ed ora sono ancora qua dalla parte dei cittadini e non della politica!

Adesso chiedo io: Daniele Valentini tu dove eri? Carta canta ….e villan dorme.

Capisco che sia difficile giustificare certe scelte nei confronti dei cittadini ma non è certo mentendo che ci si può lavare la coscienza.

Auguro dunque al Consigliere Daniele Valentini una buona permanenza in Consiglio Comunale ma spero che cambi atteggiamento perché non si addice molto ad un rappresentante delle istituzioni mentire, così come spero che possa concentrarsi sul proporre qualcosa di utile per la collettività piuttosto che disperdere le sue energie in attacchi “ad personam” che non producono niente di utile per nessuno.